Sono state 9.941 le firme raccolte per la Carta dei Diritti e poco più di 9200 firme per i tre referendum su voucher, licenziamenti ed appalti.

Si è appena conclusa la raccolta delle firme a sostegno della proposta di Legge sulla Carta Universale dei Diritti del Lavoro e i tre quesiti referendari per la cancellazione del lavoro accessorio (voucher); la reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti; e una nuova tutela reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al disopra dei cinque dipendenti.

Le firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare verranno consegnate “simbolicamente” oggi in occasione dei 110 anni della Cgil Nazionale con una grande festa in Piazza del Popolo a Roma.

base-referendum“È un risultato straordinario e importante, che testimonia il consenso che le proposte della Cgil incontrano nel Paese”. Così la segretaria generale della CGIL, Susanna Camusso, commenta la raccolta di oltre 1,1 milioni di firme per ognuno dei tre quesiti referendari che accompagnano e sostengono la proposta di legge di iniziativa popolare .

LINK E DOCUMENTI UTILI
Carta dei diritti universali del lavoro (scarica il testo definitivo)
Quali sono i tre quesiti del referendum (scarica il volantino)
Lo “speciale” di Rassegna.it (visita il sito)

 

Facebooktwitter