Venerdì 14 giugno sciopero unitario dei metalmeccanici

I lavoratori metalmeccanici di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil hanno indetto una giornata di sciopero per venerdì 14 giugno contro le scelte di politica economica del governo.

Sono tre le manifestazioni previste: Milano, Firenze e Napoli.

I sindacati definiscono lo sciopero “una scelta difficile ma necessaria” affinché lavoro, diritti, crescita e sviluppo tornino al centro degli obiettivi che l’esecutivo sembra ignorare.

No alla Flat tax dicono i metalmeccanici in nome della progressività fiscale, sì alla riduzione del cuneo fiscale, evitare l’innalzamento dell’Iva, riforma degli ammortizzatori sociali e aumento dei salari.

Ma lo sciopero rivendica con forza la redistribuzione dei profitti da parte delle imprese attraverso la contrattazione aziendale.

Emblematica  la vertenza dei i lavoratori della Rivacold srl di Vallefoglia i quali oltre ad aderire allo sciopero generale del 14, hanno proclamato altre otto ore di astensione dal lavoro anche oggi  13 giugno.

I lavoratori della Fiom Cgil, della Fim Cisl e Uilm Uil che intendono partecipare alla manifestazione nazionale a Firenze possono contattare le segreterie provinciale Fiom  Fim Uilm Pesaro e Urbino o chiamare il centralino delle rispettive sedi sindacali nel territorio provinciale.

14 giugno sciopero nazionale dei metalmeccanici

La decisione di scioperare e di scendere in piazza il 14 giugno a Milano, Firenze e Napoli è determinata dalla sempre maggiore incertezza sul futuro vista la contrazione della produzione industriale, la perdita di valore del lavoro, l’aumento degli infortuni e dei morti sul lavoro.
(altro…)

Maurizio Landini: il contratto nazionale punto di riferimento

La soddisfazione per il decreto sull’abrogazione dei voucher e il ripristino della responsabilità solidale negli appalti è palese anche all’assemblea generale della Fiom di Pesaro Urbino, che si è svolta il 27 marzo 2017 all’hotel Flaminio di Pesaro con il segretario generale delle tute blu, Maurizio Landini.
(altro…)