A Fano un incontro sul tema “Donne/emigranti, cultura, accoglienza e integrazione” 

Sabato 19 dicembre csm_donne_migranti_4bc18b84b7
Ore 15.30 – 19.30
Sala Verdi – Teatro della Fortuna
Piazza XX Settembre – Fano

Iniziativa promossa da:
Assessorato alle Pari opportunità
Forum dell’Immigrazione
Comune di Fano

Ingresso libero

 

 

 

 

Dal sito del Comune di Fano 

 

Loro arrivano, riempiono le stazioni, le strade e le pagine dei giornali, e a noi manca ancora un linguaggio per definirli. Oscilliamo fra termini come rifugiato, straniero, migrante, extracomunitario, fuggiasco. Questo sbandare in un vuoto alfabetico indica il nostro imbarazzo, la nostra fatica di capire”.

Queste parole che Paolo Rumiz scrive nel suo contributo al libro di prossima uscita ‘Border’ degli autori Luigi Ottani e Roberta Biagiarelli edito per ArteStampa, sembrano le più puntuali a descrivere il contesto storico e sociale che le società occidentali stanno affrontando. Una realtà che le vede sempre più smarrite di fronte ai massicci flussi migratori degli ultimi mesi e prive di strumenti culturali e politici per affrontare la situazione. Anzi, sempre più spesso assistiamo alla messa in discussione, quando non addirittura alla rinnegazione, dei valori fondanti della cultura e dell’unità europea, quali i principi di libertà, uguaglianza e fratellanza, con un inasprirsi delle chiusure nazionalistiche e delle intolleranze su base etnica e religiosa.

Approfondire quanto sta avvenendo, quindi, significa acquisire strumenti culturali adeguati per saper leggere l’attualità e non cadere in letture stereotipate e di superficie. Si tratta, quindi, di una materia complessa e delicata che necessita di studio e tempo di riflessione per evitare che sia trattata in modo semplicistico, attraverso slogan preconfezionati o cavalcando le paure e le psicosi collettive, e per fare in modo che da ‘problema di difficile gestione’ diventi una risorsa, culturale e sociale in primis, per tutte le società occidentali. Per questo, con l’iniziativa “DonnEmigranti – Culture, accoglienza e integrazione“, che si terrà presso la Sala Verdi del Teatro della Fortuna di Fano (piazza XX Settembre 1), il Comune di Fano, con in prima linea l’Assessorato alle Pari Opportunità, intende offrire uno sguardo acuto e puntuale sull’immenso fenomeno delle migrazioni, concentrando l’attenzione sul ruolo delle donne e dei minori, sul loro coraggio, sul loro modo di vivere la migrazione e l’adattamento a nuovi contesti sociali ed economici, nonché sulle loro fragilità che le rendono, insieme ai minori e agli anziani, più vulnerabili e maggiormente esposte a subire le difficoltà del viaggio.

Attraverso le analisi di specialisti del settore, quindi, il convegno DonnEmigranti vuole offrire chiavi nuove di lettura, scansando il tanto abusato concetto dell’emergenza e studiando la realtà delle situazioni a partire dalle testimonianze di chi opera e lavora quotidianamente in questo settore. Per questo, nei due tavoli tematici, verranno riportate le testimonianze di donne rifugiate, i dati relativi sia alla situazione attuale dei flussi migratori nell’est Europa che alla realtà di vita dei migranti in Italia e nella regione Marche, e saranno scandagliate ampie tematiche quali i programmi di accoglienza e l’integrazione lavorativa e sociale, soprattutto delle donne.

Tra i partecipanti:

  • Cristina Molfetta, Fondazione Migrantes – Ufficio Pastorale Migranti Torino;

  • Agostino Zanotti, Associazione ADL Zavidovici;

  • Luigi Ottani, Fotoreporter e coautore del libro Border;

  • Andrea Bellardinelli, Coordinatore del programma Italia di Emergency;

  • Roberta Biagiarelli, Artista multidisciplinare e coautrice del libro Border;

  • Azra Nuhefendic, Scrittrice e giornalista dell’Osservatorio Balcani e Caucaso;

  • Mons. Armando Trasarti, Vescovo della Diocesci di Fano, Fossombrone, Cagli e Pergola;

  • Andrea Nobili, Garante regionale dei migranti, dei minori, dei detenuti e difensore civico;

  • Tiziana Dal Prà, Responsabile di Trama di Terre;

  • Pino Longobardi, Referente centri prima accoglienza, cooperativa Labirinto;

  • Ettore Fusaro, Caritas di Senigallia;

  • Roberto Busca, Forum dell’Immigrazione di Fano;

  • Asmae Dachan, giornalista e scrittrice italo-siriana.

Tante voci e testimonianze, dunque, per offrire alla cittadinanza una occasione di costruzione ed elaborazione di pensiero, primo passo verso una responsabilità individuale e collettiva da mettere in campo per costruire sistemi nuovi di convivenza.

La cittadinanza è invitata a partecipare

 

Facebooktwitter