Lunedì 27 marzo alle 9.30  all’hotel Flaminio per l’assemblea generale della Fiom provinciale.

La campagna continua e la data per i referendum resta fissata il 28 maggio.
Nonostante i decreti del governo sull’abolizione dei voucher e la  responsabilità solidale negli appalti, la Cgil ha deciso di non “smobilitare” anche perché ancora non c’è una legge.

Per questa campagna la Fiom Cgil Pesaro Urbino ha convocato l’assemblea generale lunedì 27 marzo, all’hotel Flaminio di Pesaro, con il segretario generale nazionale Maurizio Landini, il cui arrivo è previsto  per le  10.30.

“Il merito di aver riportato al centro del dibattito il Lavoro – dice Marco Monaldi, segretario generale Fiom provinciale –  e la soddisfazione per la decisione del Governo a noi non bastano. Infatti, la  battaglia prosegue anche  con la legge di iniziativa popolare sulla Carta dei diritti universali del lavoro”.

“Abbiamo proposto un nuovo Statuto – ha detto  qualche giorno fa  Landini -,   una legge che tuteli non solo le forme classiche di lavoro, i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, ma tutte le tipologie, compresi precari e partite Iva, perché tutti debbono avere determinati diritti garantiti allo stesso modo. E poi – ha aggiunto il segretario nazionale Fiom – ci sono le leggi su pensioni e scuola, che vogliamo cambiare”.

Nel pomeriggio, i lavori proseguiranno con  la riunione del Comitato Direttivo, riservato ai  delegati  Fiom della nostra provincia.

Pesaro, 23 marzo 2017

Facebooktwitter