Ieri, 28 marzo 2019 l’azienda TERREA ITALIA SRL ha comunicato alla RSU aziendale, alla FILLEA CGIL e alla FILCA CISL la decisione di chiudere lo stabilimento di Pesaro e di licenziarne tutti i dipendenti.

La Terreal Italia srl, importante azienda multinazionale del settore della produzione di laterizi, ha stabilimenti a Valenza (AL), Noale (VE) e Castiglion Fiorentino (AR), nel 2017 prende in affitto la Pica e nel gennaio 2018 l’acquista definitivamente.

Oggi, a distanza di poco più di un anno, comunica la decisione di chiudere lo stabilimento pesarese con il licenziamento di tutti i circa 60 dipendenti, tra impiegati e operai, in forza.

“Questa decisione non può essere accettata – dichiarano Lograno Giuseppe della FILLEA CGIL e Santoro Alessandro della FILCA CISL – perché prima di arrivare a questa drastica decisione vanno valutate e condivise tutte le possibili soluzioni.

Avevamo notato che non stavano facendo la manutenzione al Tunnel 3 per iniziare dal mese di aprile la produzione delle tegole come ci era stato annunciato e per questo abbiamo chiesto un incontro alla ditta a metà febbraio per capire i carichi di lavoro e come venivano impiegati i dipendenti.

Questo è stato fatto solo oggi (ieri n.d.r.) e senza preavviso ci è stata comunicato che lo stabilimento produttivo verrà chiuso.
Pur essendo il settore complessivo ancora in crisi lo stabilimento di Pesaro è una risorsa per tutto il gruppo e non può essere considerato la causa dei problemi o la “vittima sacrificale”.

La chiusura di un sito importante come questo nel nostro territorio impoverisce tutta la comunità”.
I lavoratori e le lavoratrici riuniti in assemblea nel pomeriggio hanno deciso di incrociare le braccia a partire dal primo turno di lavoro del 29 marzo e nello stesso giorno saranno davanti i cancelli aziendali per manifestare contro questa decisione.

Facebooktwittergoogle_plus