Domani mattina  banchetti a Urbino in piazza della Repubblica e a Fano  in corso Matteotti

“Noi non smobilitiamo”, la campagna per i referendum continua. La Cgil intende proseguire la sua azione di informazione sui referendum e sulla legge di iniziativa popolare ( la Carta dei diritti universali del lavoro), in attesa della conversione in legge del decreto che contiene la cancellazione dei voucher e il ripristino della responsabilità solidale negli appalti.

Per questo, sabato mattina 1° aprile, a Urbino in piazza della Repubblica e a Fano in corso Matteotti (dalle 9.30 alle 12) proseguirà la campagna di informazione avviata mesi fa.

La decisione del governo rappresenta un importante risultato, sottolinea il sindacato, frutto dell’azione nei luoghi di lavoro e nelle piazze per la raccolta delle firme per la Carta dei diritti e per i quesiti referendari.

Un risultato importante ma, se il decreto non verrà convertito entro 60 giorni decadrà e, ricorda la Cgil, anche una Legge approvata dal Parlamento deve essere vagliata dalla Corte di Cassazione che è l’unico soggetto in grado di ritenere superati i quesiti e stabilire che non è più necessario lo svolgimento dei referendum.

 

Facebooktwittergoogle_plus