Altissima adesione dei lavoratori e delle lavoratrici allo sciopero e al presidio davanti agli stabilimenti.

Oggi, 10 maggio 2019, le rivendicazioni dei lavoratori e delle lavoratrici Rivacold prendono ancora più forza, in particolare si rivendicano, migliori condizioni di lavoro e il dar seguito a quello che prevede il contratto nazionale dei metalmeccanici , ovvero una contrattazione aziendale per individuare obiettivi comuni al fine di redistribuire gli utili e aumentare i salari.

Siamo di fronte a un’azienda che continua ad ampliarsi e a fare utili ma che mette all’ultimo posto i suoi primi azionisti, i dipendenti.

Siamo disponibili fin da ora a riaprire una discussione che tenga conto delle istanze e dei bisogni dei lavoratori e delle lavoratrici qualora questo non avvenga ci riserveremo di intraprendere ulteriori iniziative di mobilitazione.

FIOM CGIL Pesaro e Urbino


Clicca QUI per il comunicato unitario

Facebooktwitter