Seminario formazione professionale per docenti neo assunti

L’associazione professionale Proteo Fare Sapere e la FLC CGIL Pesaro e Urbino, organizzano un seminario di formazione professionale per i docenti neo assunti nella scuola di ogni ordine e grado della provincia di Pesaro e Urbino

Il mio primo anno di ruolo

Normativa, diritti-doveri, consigli e suggerimenti per affrontare al meglio l’anno di prova.

Martedì 15 dicembre 2015 – ore 16.00

C/O Circolo ARCI di Villa Fastiggi, via della Concordia – Pesaro

Argomenti previsti

  • Normativa sull’anno di formazione e di prova
  • La professione docente nel sistema scolastico attuale
  • Ruolo del Tutor, del DS e del Comitato di valutazione
  • Indicazioni per il portfolio professionale ed il colloquio finale alla luce del recente DM n.850/2015

Interventi

  • Lilli Gargamelli, Segretaria Generale FLC CGIL Pesaro e Urbino
  • Anna Maria Landini, Dirigente Scolastica I.C. “Giò Pomodoro” Orciano

L’iniziativa di formazione, essendo organizzata da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 23/05/2002 e DM 08/06/2005), è automaticamente autorizzata ai sensi degli artt. 64 e 67 CCNL 2006/2009 per la partecipazione in orario di servizio.
Sarà rilasciato attestato di partecipazione.

Il mondo della scuola illumina Pesaro

Venerdì 5 Giugno alle ore 21 con partenza da Piazzale della Libertà di Pesaro tutto il mondo della cultura, della scuola, operatori culturali, docenti, ata, famiglie, studenti e cittadini che hanno seguito il dibattito parlamentare sul progetto di riordino della scuola pubblica si ritroveranno per manifestare il proprio dissenso.

(altro…)

Buona scuola? No grazie, tutti i sindacati proclamano lo sciopero per martedì 5 maggio

Pesaro – Finora, l’ennesima riforma della scuola ha avuto l’effetto di compattare tutte le sigle sindacali della scuola, insegnanti, personale non docente, precari, studenti e famiglie.

Non piace la “buona scuola” del Governo Renzi e del ministro per l’Istruzione Giannini, al punto che, il 5 maggio, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda, Snals, Ugl, Cobas, Unicobas e Rdb hanno proclamato una giornata di sciopero generale.

La contestazione a questo disegno di legge si va diffondendo a macchia d’olio in tutto il paese. Questo sciopero nasce – sostengono i sindacati – dalla totale chiusura del Governo a qualunque dialogo con chi, come la Cgil e le altre sigle, ha presentato sostanziali e fattibili proposte alternative. Di recente anche in occasione delle audizioni parlamentari. L’ostinazione a imporre alla scuola un modello autoritario e arretrato che non risolve alcun problema, tanto meno quello del precariato è da irresponsabili ed è lontana da qualunque dialettica democratica”

Ricordiamo al ministro per l’Istruzione Giannini – affermano – che stiamo parlando della scuola pubblica, che appartiene al Paese e che per funzionare ha bisogno di consenso e coesione e la scuola è unita in questo sciopero che, a differenza di quel che sostiene il ministro, sarebbe contro l’assunzione di 100mila precari. Un tentativo maldestro di mettere docenti contro docenti”.

Questa riforma, sarebbe anche una minaccia  alla libertà degli insegnanti. Sulla questione infatti è intervenuto, con un appello al Presidente della Repubblica, anche il giudice Ferdinando Imposimato che, tra le altre cose, ha detto: “La riforma, attribuendo al dirigente scolastico le scelte didattiche e formative e la valorizzazione delle risorse umane e del merito dei docenti, viola il principio della libertà di insegnamento tipica della scuola di Stato, ma anche la meritocrazia .

La Flc Cgil sostiene anche il flash mob che si svolgerà in piazza del Popolo, martedì 5 maggio, alle 11.45, dove ci saranno anche studenti e famiglie.

Per Lilli Gargamelli, segretaria generale Flc Pesaro Urbino “La libertà di espressione è il pilastro della democrazia. Esprimere il proprio dissenso su un brutto disegno di legge sulla scuola non è affatto un gesto di lesa maestà e il ministro Giannini dovrebbe rifletterci”.

Al flash mob in piazza del Popolo, che la Flc Cgil sostiene, parteciperanno anche gli studenti universitari dell’Udu.

Elezioni RSU 2015: appello dei segretari FP Roberto Rossini e FLC Lilli Gargamelli

Democrazia nei luoghi di lavoro/Dal 3 al 5 marzo anche nella nostra provincia i lavoratori sono chiamati alle urne per eleggere i propri rappresentanti sindacali.

Al voto per il rinnovo della Rsu per pubblici dipendenti e lavoratori della conoscenza

Dal 3 al 5 marzo prossimi, i dipendenti delle pubbliche amministrazioni andranno ad eleggere i propri rappresentanti sindacali nei posti di lavoro.
(altro…)

Elezioni RSU 2015

Il 3, 4 e 5 marzo 2015 in tutta la Pubblica Amministrazione si rinnovano le Rappresentanze Sindacali nei luoghi di lavoro.
I lavoratori saranno chiamati a rinnovare i loro rappresentanti con un’importante novità: da quest’anno, grazie anche all' "Operazione Centomila" (clicca qui per approfondire) promossa dalla FLC CGIL Pesaro Urbino, i lavoratori precari potranno votare ed essere eletti.
Una grande conquista di civiltà e democrazia e un grande segno di innovazione che potrà ricompattare maggiormente il lavoro. Perché il lavoro può tornare al centro solo se si estende la democrazia in tutti i posti di lavoro, solo se si restituisce cittadinanza piena alle ragioni dei lavoratori e delle lavoratrici.

Leggi tutto