Chi siamo e cosa facciamo

IL CAAF

Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale – è una struttura della Cgil convenzionata con una societa’ di servizi – (CRS S.r.l.), nata con l’intento di offrire assistenza a cittadini, lavoratori, pensionati e famiglie negli adempimenti fiscali, previdenziali, nell’accesso a prestazioni sociali e agevolazioni economiche.

Responsabile provinciale: Vincenzina Gorini
Telefono: 0721 403737
Email: v.gorini@marche.cgil.it

I nostri servizi
Dichiarazione dei redditi
Servizio di compilazione del modello 730 con apposizione del visto di conformità alla relativa documentazione e copertura assicurativa relativa alle sanzioni per gli eventuali errori derivanti dalla compilazione.

Sono previste agevolazioni tariffarie per gli iscritti CGIL. Porta con te la tua tessera!

Il CAAF CGIL eroga il servizio di compilazione del modello UNICO con copertura assicurativa relativa alle sanzioni per gli eventuali errori derivanti dalla compilazione.

ISEE
Assistenza GRATUITA alla compilazione della dichiarazioni ISEE per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate e servizi di pubblica utilità a tariffa ridotta.

Scarica la lista dei documenti necessari alla presentazione dell’ISEE

RED
Assistenza alla compilazione del modello RED per i pensionati che hanno prestazioni accessorie collegate al reddito.

Il modello RED è una dichiarazione che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni collegate al reddito in modo da consentire all’Inps e agli altri istituti previdenziali la verifica del diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni. Tra le prestazioni che prevedono per la loro erogazione il rispetto di determinati limiti reddituali rientrano le integrazioni al trattamento minimo, le maggiorazioni sociali sulle pensioni, le prestazioni per invalidità civile, ecc.

Collaboratori domestici
Riconoscere, valorizzare e qualificare il lavoro di cura, sostenere le famiglie e le persone non autosufficienti, mettere in rete le risorse e le opportunità è possibile se si affermano i diritti di chi cura e i diritti di chi è curato. E’ quindi importante conoscere le regole contrattuali ed esigerne il rispetto.

L’assunzione di una colf e/o badante presuppone una serie di adempimenti da parte del datore di lavoro e del lavoratore.

Successioni
Assistenza alla compilazione della dichiarazione di successione per coloro che hanno ereditato beni immobili e/o mobili. Tariffe agevolate per gli iscritti CGIL.
Calcolo TASI e IMU
Calcolo della prima e della seconda rata dell’ imposta TASI e IMU e compilazione dei modelli di versamento.
Altri servizi
ICRIC (Invalidità Civile Ricovero). Sono tenuti a presentare ogni anno il modulo ICRIC gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento o di indennità di frequenza. Nel modello ICRIC si dichiara la sussistenza o meno di uno stato di ricovero in istituto, e se questo è avvenuto a titolo gratuito o a pagamento.Per chi percepisce l’indennità di frequenza è obbligatorio indicare l’iscrizione a scuole dell’obbligo e non. In ogni caso il modello va sempre presentato.

ICLAV (Invalidità Civile Lavoro). Sono tenuti a presentare ogni anno il modulo ICLAV gli invalidi civili titolari di assegno mensile. Nel modello ICLAV si dichiara la permanenza o meno del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa o il reddito prodotto negli anni interessati.

AccAS/PS (Accertamento Assegno Sociale / Pensione Sociale). Sono tenuti a presentare ogni anno il modulo Accas/PS i titolari di pensione sociale o assegno sociale. Nel modello AccAS/PS si dichiara la residenza stabile e continuativa in Italia. Per i soli titolari di assegno sociale sarà necessario dichiarare anche se vi è stato un periodo di ricovero in istituto o meno.

Recapiti
SedeIndirizzoEmail
Responsabile
Telefono
CagliVia Don Minzoni, 44s.serafini@marche.cgil.it0721 781978
CalcinelliVia Villafranca, 7/9m.gherardi@marche.cgil.it0721 891917
FanoVia Roma, 94/Am.montesi@marche.cgil.it0721 830628
FermignanoVia Giuseppe Mazzini, 1d.salcicciaottoni@marche.cgil.it0721 331967
FossombroneVia Giganti, 16m.gherardi@marche.cgil.it0721 715069
Gabicce MareVia E. Berlinguer, 27l.bordoni@marche.cgil.it0721 833313
LucreziaVia Della Repubblica, 35m.gherardi@marche.cgil.it0721 876116
Macerata FeltriaVia Pitino, 10a.monaldi@marche.cgil.it0722 73275
MarottaVia Litoranea, 152d.moresco@marche.cgil.it0721 968983
MontecchioVia Enrico Fermi, 4v.terenzi@marche.cgil.it0721 491834
PergolaVia Marcono, 4f.tontini@marche.cgil.it0721 735729
Pesaro – Via GagarinVia Gagarin, 179v.gorini@marche.cgil.it0721 403737
Pesaro – CentroGalleria dei Fonditori
(IperCOOP)
d.capone@marche.cgil.it0721 67941
Pesaro – Villa FastiggiVia Valerio, 3r.virgili@marche.cgil.it0721 282066
UrbaniaVia Luzio Dolce, 2s.toccaceli@marche.cgil.it0722 317509
UrbinoVia Battista Sforza, 249l.benedetti@marche.cgil.it0722 322301

Assegno Unico

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE 2022 PER I FIGLI

Da marzo 2022, non si percepiranno più in busta paga detrazioni per figli a carico fino a 21 anni e Assegni Familiari. Queste misure (oltre a premio alla nascita e “Bonus Bebè”) saranno sostituite dall’ASSEGNO UNICO che verrà pagato direttamente dall’INPS, tramite bonifico (resterà in vigore solo il “bonus nido”).

Chi può presentare la domanda

La domanda di ASSEGNO UNICO deve essere presentata da un genitore o da entrambi (nel secondo caso ognuno riceverà un bonifico con la metà dell’importo spettante): è quindi necessario indicare il codice IBAN di un conto che deve essere intestato al beneficiario. In caso di assenza di conto, si può chiedere un bonifico domiciliato.

Gli importi dell’ASSEGNO UNICO

Per stabilire l’importo spettante per ciascun figlio (che può variare da 50 a 175€ per i figli minori, e da 25 a 85€ per i figli maggiorenni fino a 21 anni), è necessario presentare il modello ISEE. Sono inoltre previste maggiorazioni in caso di figli disabili (anche non minorenni), madri fino a 21 anni, famiglie con più di 2 figli, e genitori entrambi lavoratori dipendenti. Se l’ISEE non viene presentato, si ha diritto all’importo minimo per ciascun figlio. Nel caso di ISEE inferiore a 25.000€, è previsto un “meccanisco di salvaguardia” rispetto al 2021.

Da quando spetta l’ASSEGNO UNICO

L’ASSEGNO UNICO spetta dal 7° mese di gravidanza: entro 120 giorni dalla nascita del figlio, con il nuovo codice fiscale, deve essere presentata la domanda che darà diritto agli arretrati.

Abbiamo creato una linea preferenziale per i nostri iscritti per la compilazione del modellopesaro.auf@marche.cgil.it ISEE 2022.

Ti invitiamo già da ora a telefonarci per fissare un appuntamento, il martedì, giovedì e sabato, dalle 8.30 alle 12.30, allo:

0721 420 420

oppure scrivi una email, con cognome, nome e telefono alla casella qui sotto, e verrai contattato da un operatore per fissare un appuntamento:

pesaro.auf@marche.cgil.it

Segue l’elenco dei documenti necessari per la compilazione dell’ISEE:

Documentazione necessaria
per la compilazione per la compilaziomne della dichiarazione ISEE 2022

Per la compilazione della dichiarazione ISEE il richiedente deve dichiarare redditi e patrimoni posseduti da tutti i componenti il nucleo familiare (compresi quelli del coniuge iscritto nelle anagrafe dei cittadini italiani residenti all’estero – AIRE). Inoltre per la richiesta di prestazioni:

  • per il diritto allo studio universitario e/o rivolte ai minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi occorre prendere in considerazione la condizione e l’eventuale situazione reddituale e patrimoniale del genitore non coniugato e non convivente
  • socio-sanitarie residenziali si tiene conto della situazione reddituale e patrimoniale anche dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo familiare e di eventuali donazioni di immobili effettuate nei confronti di persone non comprese nel nucleo familiare

Elenco documenti necessari alla compilazione

  • Documento d’identità (solo per il dichiarante)
  • Dati anagrafici e codice fiscale di tutti i componenti il nucleo familiare
  • Se la casa di abitazione del nucleo familiare è in locazione, è necessaria la copia del contratto di locazione (con estremi di registrazione) e l’ultima ricevuta/fattura relativa al canone di locazione
  • Se nel nucleo sono presenti persone con disabilità e/o non autosufficienza, è necessaria la certificazione attestante la disabilità/non autosufficienza.
  • Se nel nucleo sono presenti persone che risultano essere intestatarie di autoveicoli, motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiore, navi e imbarcazioni da diporto, è necessario fornire la targa o gli estremi di registrazione presso il registro competente (PRA, RID)

Situazione reddituale

  • Modello 730/2021 o Modello UNICO/2021 relativo ai redditi 2020 (completo della documentazione utilizzata per la compilazione) o, in caso di mancata presentazione della dichiarazione dei redditi, Modello Cu 2021 attestante reddito da lavoro dipendente o assimilato e reddito da pensione percepito nel 2020 o altra certificazione attestante diverse tipologie di reddito percepito nel 2020 (ad es: lavoro occasionale, diritti d’autore, ecc.)
  • Certificazione relativa a redditi anno 2020 prodotti in uno Stato estero, compresi i redditi relativi agli immobili
  • Certificazione relativa a redditi anno 2020 assoggettati ad impostasostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta (ad es: somme per incremento della produttività del lavoro, redditi derivanti dalle vendite a domicilio, ecc.)
  • Certificazione relativa a redditi esenti percepiti nel 2020 (ad es: borse di studio o per attività di ricerca, compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche, quota esente relativa al reddito di lavoro dipendente corrisposto ai lavoratori frontalieri, ecc.) e ad ogni tipo di trattamento assistenziale, previdenziale e indennitario esente da Irpef (ad es: contributo affitto, rendite Inail temporanea e/o reversibilità, contributi assistenziale percepiti dal comune, assegni familiari dipendenti pubblici …ecc.) percepito nel 2020
  • Importo relativo adassegni effettivamente percepiti/corrisposti nel 2020 per il mantenimento di coniuge e/o figli
  • Proventi agrari da dichiarazione IRAP anno imposta 2020

Patrimonio Mobiliare posseduto in Italia e/o all’estero

  • Per tutte le tipologie di conto corrente, deposito a risparmio libero/vincolato, libretti nominativi e al portatore è necessario fornire: saldo al 31/12/2020, giacenza media annua riferita al 2020, codice IBAN, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020.
  • Per titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi e assimilati, partecipazioni azionarie in mercati regolamentati, azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (OICR) o società di gestione del risparmio (SGR) italiane o estere, è necessario fornire: valore al 31/12/2020, codice IBAN/identificativo rapporto, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020
  • Per le imprese individuali, le partecipazioni in società non quotate e le partecipazioni in società non azionarie, è necessario fornire: il valore del patrimonio netto (determinato dall’ultimo bilancio o, in caso di esonero dalla redazione del bilancio, determinato dal valore delle rimanenze finali più il valore dei beni ammortizzabili al netto dei relativi ammortamenti e degli altri cespiti o beni patrimoniali), identificativo rapporto, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020
  • Per contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita e di capitalizzazione, è necessario fornire: la somma dei premi versati dalla data di stipula al 31/12/2020, identificativo rapporto, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020.

Patrimonio Immobiliare posseduto in Italia e/o all’estero al 31/12/2020

Se si è proprietari o titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, superficie, servitù, enfiteusi) su beni immobili (fabbricati, terreni, aree edificabili) è necessario fornire:

  • Documentazione (visura catastale, rogito, dichiarazione di successione) che attesti rendita catastale/valore e quota di possesso aggiornati al 31/12/2020
  • Quota capitale residua al 31/12/2020 del mutuo contratto per l’acquisto o la costruzione degli immobili 

ATTENZIONE:

  • Al momento della presentazione della dichiarazione ISEE, viene rilasciata solo una ricevuta di avvenuta presentazione, ma non l’ISEE calcolato. L’attestazione con il calcolo dell’ISEE è resa disponibile dall’Inps entro i 10 giorni lavorativi successivi
  • In caso di imminente scadenza dei termini per l’accesso ad una prestazione sociale agevolata, è possibile presentare la relativa richiesta allegando la ricevuta di presentazione della dichiarazione ISEE (l’attestazione può essere allegata/acquisita successivamente)
  • La dichiarazione ISEE ha validità dal momento della presentazione al 31/12 dell’anno in corso e può essere utilizzata da qualunque componente il nucleo familiare. Tuttavia, anche se ancora valida, la dichiarazione ISEE può essere aggiornata prima della scadenza in caso di modifiche sostanziali
  • ISEE CORRENTE:
  • variazioni del reddito causate da una modifica della situazione lavorativa di uno o più’ componenti, che ha determinato una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo, è possibile calcolare un ISEE corrente basato sui redditi degli ultimi 12 mesi (o anche solo degli ultimi 2 mesi in caso di lavoratore dipendente a tempo indeterminato per cui sia intervenuta la perdita, sospensione o riduzione dell’attività lavorativa). Per poter richiedere l’ISEE corrente è necessario tuttavia aver già presentato una dichiarazione ISEE 2022 utilizzando i seguenti documenti :

Se licenziamento di un tempo indeterminato: almeno 2 buste del rapporto di lavoro terminato e/o eventuali disoccupazioni o mobilità sempre degli ultimi 2 mesi.

Se interrotto un rapporto a tempo determinato: tutti i redditi percepiti negli ultimi 12 mesi.

  • Variazioni patrimoniali (mobiliari e immobiliari) del nucleo familiare al 31/12/2021 rispetto al 31/12/2020
Reddito di cittadinanza

Tutti i beneficiari del Reddito di cittadinanza, devono presentare uno nuovo modello ISEE 2022 entro il 31 gennaio 2022, per non perdere la continuità nel pagamento della prestazione.

Il Modello ISEE 2022 può essere presentato dal mese di Gennaio 2022.

Abbiamo creato una linea preferenziale per i nostri iscritti per la compilazione del modello ISEE 2022.

Ti invitiamo già da ora a telefonarci per fissare un appuntamento, presso i nostri recapiti

oppure scrivi una email, con cognome, nome e telefono alla casella qui sotto, e verrai contattato da un operatore per fissare un appuntamento

pesaro.isee@marche.cgil.it

Segue l’elenco dei documenti necessari per la compilazione:

Documentazione necessaria
per la compilazione per la compilaziomne della dichiarazione ISEE 2022

Per la compilazione della dichiarazione ISEE il richiedente deve dichiarare redditi e patrimoni posseduti da tutti i componenti il nucleo familiare (compresi quelli del coniuge iscritto nelle anagrafe dei cittadini italiani residenti all’estero – AIRE). Inoltre per la richiesta di prestazioni:

  • per il diritto allo studio universitario e/o rivolte ai minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi occorre prendere in considerazione la condizione e l’eventuale situazione reddituale e patrimoniale del genitore non coniugato e non convivente
  • socio-sanitarie residenziali si tiene conto della situazione reddituale e patrimoniale anche dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo familiare e di eventuali donazioni di immobili effettuate nei confronti di persone non comprese nel nucleo familiare

Elenco documenti necessari alla compilazione

  • Documento d’identità (solo per il dichiarante)
  • Dati anagrafici e codice fiscale di tutti i componenti il nucleo familiare
  • Se la casa di abitazione del nucleo familiare è in locazione, è necessaria la copia del contratto di locazione (con estremi di registrazione) e l’ultima ricevuta/fattura relativa al canone di locazione
  • Se nel nucleo sono presenti persone con disabilità e/o non autosufficienza, è necessaria la certificazione attestante la disabilità/non autosufficienza.
  • Se nel nucleo sono presenti persone che risultano essere intestatarie di autoveicoli, motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiore, navi e imbarcazioni da diporto, è necessario fornire la targa o gli estremi di registrazione presso il registro competente (PRA, RID)

Situazione reddituale

  • Modello 730/2021 o Modello UNICO/2021 relativo ai redditi 2020 (completo della documentazione utilizzata per la compilazione) o, in caso di mancata presentazione della dichiarazione dei redditi, Modello Cu 2021 attestante reddito da lavoro dipendente o assimilato e reddito da pensione percepito nel 2020 o altra certificazione attestante diverse tipologie di reddito percepito nel 2020 (ad es: lavoro occasionale, diritti d’autore, ecc.)
  • Certificazione relativa a redditi anno 2020 prodotti in uno Stato estero, compresi i redditi relativi agli immobili
  • Certificazione relativa a redditi anno 2020 assoggettati ad impostasostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta (ad es: somme per incremento della produttività del lavoro, redditi derivanti dalle vendite a domicilio, ecc.)
  • Certificazione relativa a redditi esenti percepiti nel 2020 (ad es: borse di studio o per attività di ricerca, compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche, quota esente relativa al reddito di lavoro dipendente corrisposto ai lavoratori frontalieri, ecc.) e ad ogni tipo di trattamento assistenziale, previdenziale e indennitario esente da Irpef (ad es: contributo affitto, rendite Inail temporanea e/o reversibilità, contributi assistenziale percepiti dal comune, assegni familiari dipendenti pubblici …ecc.) percepito nel 2020
  • Importo relativo adassegni effettivamente percepiti/corrisposti nel 2020 per il mantenimento di coniuge e/o figli
  • Proventi agrari da dichiarazione IRAP anno imposta 2020

Patrimonio Mobiliare posseduto in Italia e/o all’estero

  • Per tutte le tipologie di conto corrente, deposito a risparmio libero/vincolato, libretti nominativi e al portatore è necessario fornire: saldo al 31/12/2020, giacenza media annua riferita al 2020, codice IBAN, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020.
  • Per titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi e assimilati, partecipazioni azionarie in mercati regolamentati, azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (OICR) o società di gestione del risparmio (SGR) italiane o estere, è necessario fornire: valore al 31/12/2020, codice IBAN/identificativo rapporto, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020
  • Per le imprese individuali, le partecipazioni in società non quotate e le partecipazioni in società non azionarie, è necessario fornire: il valore del patrimonio netto (determinato dall’ultimo bilancio o, in caso di esonero dalla redazione del bilancio, determinato dal valore delle rimanenze finali più il valore dei beni ammortizzabili al netto dei relativi ammortamenti e degli altri cespiti o beni patrimoniali), identificativo rapporto, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020
  • Per contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita e di capitalizzazione, è necessario fornire: la somma dei premi versati dalla data di stipula al 31/12/2020, identificativo rapporto, codice fiscale operatore finanziario, data inizio e fine rapporto solo per rapporti aperti o cessati nel corso del 2020.

Patrimonio Immobiliare posseduto in Italia e/o all’estero al 31/12/2020

Se si è proprietari o titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, superficie, servitù, enfiteusi) su beni immobili (fabbricati, terreni, aree edificabili) è necessario fornire:

  • Documentazione (visura catastale, rogito, dichiarazione di successione) che attesti rendita catastale/valore e quota di possesso aggiornati al 31/12/2020
  • Quota capitale residua al 31/12/2020 del mutuo contratto per l’acquisto o la costruzione degli immobili 

ATTENZIONE:

  • Al momento della presentazione della dichiarazione ISEE, viene rilasciata solo una ricevuta di avvenuta presentazione, ma non l’ISEE calcolato. L’attestazione con il calcolo dell’ISEE è resa disponibile dall’Inps entro i 10 giorni lavorativi successivi
  • In caso di imminente scadenza dei termini per l’accesso ad una prestazione sociale agevolata, è possibile presentare la relativa richiesta allegando la ricevuta di presentazione della dichiarazione ISEE (l’attestazione può essere allegata/acquisita successivamente)
  • La dichiarazione ISEE ha validità dal momento della presentazione al 31/12 dell’anno in corso e può essere utilizzata da qualunque componente il nucleo familiare. Tuttavia, anche se ancora valida, la dichiarazione ISEE può essere aggiornata prima della scadenza in caso di modifiche sostanziali
  • ISEE CORRENTE:
  • variazioni del reddito causate da una modifica della situazione lavorativa di uno o più’ componenti, che ha determinato una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo, è possibile calcolare un ISEE corrente basato sui redditi degli ultimi 12 mesi (o anche solo degli ultimi 2 mesi in caso di lavoratore dipendente a tempo indeterminato per cui sia intervenuta la perdita, sospensione o riduzione dell’attività lavorativa). Per poter richiedere l’ISEE corrente è necessario tuttavia aver già presentato una dichiarazione ISEE 2022 utilizzando i seguenti documenti :

Se licenziamento di un tempo indeterminato: almeno 2 buste del rapporto di lavoro terminato e/o eventuali disoccupazioni o mobilità sempre degli ultimi 2 mesi.

Se interrotto un rapporto a tempo determinato: tutti i redditi percepiti negli ultimi 12 mesi.

  • Variazioni patrimoniali (mobiliari e immobiliari) del nucleo familiare al 31/12/2021 rispetto al 31/12/2020
730/2022

CAMPAGNA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2022

Per richiedere un appuntamento, o per modificare la data di uno già assegnato, è possibile inviare una mail, specificando nome, cognome e telefono, alla casella della zona interessata, o chiamando telefonicamente.

Sedi

Cagli
0721 781978
cagli.730@marche.cgil.it
Calcinelli
0721 891917
fossombrone.730@marche.cgil.it
Fano
0721 830628
fano.730@marche.cgil.it
Fermignano
0721 331967
fermignano.730@marche.cgil.it
Fossombrone
0721 715069
fossombrone.730@marche.cgil.it
Gabicce Mare
0721 833313
gabicce.730@marche.cgil.it
Lucrezia
0721 876116
fossombrone.730@marche.cgil.it
Macerata Feltria
0722 73275
maceratafeltria.730@marche.cgil.it
Marotta
0721 968983
marotta.730@marche.cgil.it
Montecchio
0721 491834
montecchio.730@marche.cgil.it
Pergola
0721 735729
pergola.730@marche.cgil.it
Pesaro – Via Gagarin
0721 403737
pesaro.730@marche.cgil.it
Pesaro – Centro
0721 67941
fonditori.730@marche.cgil.it
Pesaro – Villa Fastiggi
0721 282066
villafastiggi.730@marche.cgil.it
Urbania
0722 317509
urbania.730@marche.cgil.it
Urbino
0722 322301
urbino.730@marche.cgil.it

MODELLO 730/2022: I DOCUMENTI NECESSARI

DATI CONTRIBUENTE

  • Tessera sanitaria o in mancanza, codice fiscale del coniuge ed eventuali familiari a carico (anche per i nati 2022);
  • Documento d’identità valido per sé e per i familiari di cui si richiede la compilazione del Mod.730, Mod. Redditi. Senza il documento d’identità in alcuni casi potremmo non essere in grado di portare a termine la compilazione della pratica;
  • Ultima dichiarazione dei redditi Modello 730 o Modello Redditi dell’anno precedente e relativa ricevuta di presentazione;
  • Per tutte le variazioni di residenza avvenute dal 3/11/2020, portare data di variazione esatta;
  • Certificazione di disabilità del contribuente e/o familiari a carico (L.104/92 o verbale di invalidità);
  • Nomina Amministratore di sostegno, curatore, tutore, etc, corredato da documento identità e codice fiscale;
  • Sentenza di separazione per coniugi separati o divorziati;
  • TESSERA CGIL PER BENEFICIARE DELLA RIDUZIONE DEL COSTO DI COMPILAZIONE DEL MODELLO 730.

PER LA COMPILAZIONE MOD.730 E MOD. REDDITI

TERRENI E FABBRICATI
  • Atti di compravendita, donazione, divisione, dichiarazioni di successione, per variazioni intervenute nel 2021 e/o 2022;l.benedetti@marche.cgil.it
  • Accatastamento fabbricati rurali per IRPEF e IMU;
  • Valore commerciale delle aree fabbricabili al 1/1/2022;
  • Contratti di comodato per immobili concessi in uso gratuito;
  • Rivalutazione aree fabbricabili: perizia giurata di stima per affrancamento e relativi mod. F24 (quadro RM Mod. Redditi);
  • In presenza di ristrutturazioni o modifiche, rendite presunte con data di inizio e fine lavori;
  • Partite IVA aperte per i proprietari di terreni.
IMMOBILI LOCATI
  • Canone percepito da immobili affittati;
  • Contratti di locazione;
  • Mod. 69, Siria, Iris e RLI con cui è stato registrato il contratto di locazione e relativa proroga;
  • Eventuale convalida di sfratto per morosità;
  • Se si è optato per la tassazione con CEDOLARE SECCA portare anche copia della comunicazione inviata all’inquilino e relativa ricevuta della raccomandata.
REDDITI DA LAVORO
  • Modello CU 2022 redditi 2021, che certifica:
    Lavoro dipendente o pensione; indennità INPS (disoccupazione ASPI e MINI-ASPI, indennità di mobilità, cassa integrazione, maternità, TBC); indennità INAIL di infortunio, Cassa Edile (APE), gettoni di presenza; compensi di lavoro autonomo o attività commerciale occasionale, proventi derivanti da attività sportive dilettantistiche, redditi da contratti di associazione in partecipazione, proventi derivanti da opere dell’ingegno o invenzioni;
  • Dati completi del datore di lavoro o ente pensionistico se diverso da quello che ha rilasciato la CU;
  • Per i rapporti di lavoro a tempo determinato in corso nel 2022 portare contratto di lavoro;
  • Il Modello CU 2022 per i redditi corrisposti per pensioni e indennità INPS (disoccupazione, mobilità, cassa integrazione, maternità, LSU) potranno essere acquisiti telematicamente dal CAAF CGIL, previa idonea autorizzazione.
ALTRI REDDITI
  • Assegni alimentari percepiti dal coniuge separato;
  • Imposte e/o oneri rimborsati nel 2021, compensi percepiti a seguito di fallimenti, plusvalenze derivanti dalla cessione di immobili o vendita di titoli azionari.
REDDITI ESTERI
  • Documentazione tradotta in italiano per lavoro e pensioni estere, per terreni e/o fabbricati posseduti all’estero, per attività finanziarie all’estero quali conti correnti, depositi e/o investimenti all’estero, polizze assicurative stipulate all’estero.
ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI
ATTENZIONE
  • Dall’anno 2020 la detrazione degli oneri spetta a condizione che la spesa sia stata sostenuta con versamento bancario o postale o altro sistema di pagamento tracciabile (ricevuta bancomat, ricevuta carta di credito ed estratto conto, copia bollettino postale o MAV, pagamento PagoPA).
  • Vanno pagati con strumenti tracciabili gli onorari per le prestazioni specialistiche rese da professionisti (o da esercenti le professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione), per i servizi sanitari resi in farmacia (come il monitoraggio della pressione), per il rilascio di certificati medici o altre prestazioni realizzate presso strutture private non accreditate al Servizio sanitario nazionale. La disposizione non si applica alle spese relative l’acquisto di medicinali e dispositivi medici e alle spese per prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o private accreditate al Servizio sanitario nazionale.
  • Altre spese che richiedono il pagamento tracciabile sono: gli abbonamenti al trasporto pubblico locale o per lo scuolabus, le spese di istruzione scolastica e universitaria, le rette per l’asilo nido, le spese per le attività sportive dilettantistiche praticate dai ragazzi di età compresa tra i cinque e i 18 anni, gli affitti degli universitari fuori sede, le spese per l’agenzia immobiliare per l’acquisto di casa. Al nuovo regime sono soggette anche le spese per l’assistenza personale (come il salario delle badanti), i premi delle polizze vita, le erogazioni liberali e le spese funebri.
SPESE SANITARIE
  • Spese mediche generiche e specialistiche, esami di laboratorio (ricevute, fatture, ticket);
  • acquisto medicinali (fattura o “scontrino parlante” in cui devono essere specificati la natura, la quantità dei prodotti acquistati, il codice AIC, il codice fiscale del destinatario del farmaco);
  • dispositivi medici (fattura o “scontrino parlante” con codice fiscale, descrizione dispositivo e la marcatura CE in conformità alle direttive europee 93/42/CEE, 90/385/CEE e 98/79/CE e successive modifiche e integrazioni);
  • occhiali da vista, lenti a contatto (fattura o “scontrino parlante” con codice fiscale, descrizione dispositivo e la marcatura CE o dichiarazione di conformità);
  • Spese per acquisto o affitto attrezzature sanitarie;
  • Spese acquisto sussidi tecnici informatici e autoveicoli per portatori di handicap L.104/92 art.3,4.
MUTUO SULLA CASA
  • Ricevute quietanziate dalla Banca relative alle rate di mutuo per acquisto, costruzione, ristrutturazione abitazione principale pagate nl.benedetti@marche.cgil.itel 2021;
  • Contratto di acquisto e contratto di mutuo. Eventuale contratto di rinegoziazione o surroga;
  • Spese notarili per la stipula del contratto di acquisto e di mutuo;
  • Spese per intermediazione immobiliare.
ASSICURAZIONI, PREVIDENZA COMPLEMENTARE E CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI
  • Contratti e quietanze relativi ad assicurazioni vita/infortuni sottoscritte – entro il 31/12/2000 – e morte/invalidità permanente – sottoscritte dal 01/01/2001;
  • Contratto e premi pagati per previdenza complementare;
  • Pagamento dei contributi assicurativi obbligatori e/o facoltativi per i collaboratori domestici.
ALTRE SPESE
  • Spese per l’assistenza di non autosufficienti (certificato medico o verbale invalidità, buste paga badante);
  • Spese per la frequenza di asili nido;
  • Spese di istruzione per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado (iscrizione, mensa, pre e post scuola);
  • Spese di istruzione universitaria/perfezionamento e specializzazione;
  • Assegno periodico corrisposto all’ex coniuge e relativo codice fiscale;
  • Spese funebri;
  • Ricevute per erogazioni liberali (ONG, ONLUS, partiti politici etc.) OV, APS;
  • Spese veterinarie;
  • Contributi a consorzi obbligatori di bonifica;
  • Spese per attività sportiva dei ragazzi tra 5 e 18 anni;
  • Spese per l’acquisto di strumenti compensatil.benedetti@marche.cgil.itvi e di sussidi tecnici e informatici per minori/maggiorenni DSA;
  • Spese per canoni di leasing per abitazione principale;
  • Canoni di locazione, copia contratto di affitto registrato ex L. 431/98 ed eventuali proroghe;
  • Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede;
  • Spese sostenute per acquisto abbonamento trasporto pubblico;
  • Spese per assicurazione contro eventi calamitosi;
  • Spese iscrizione scuola di musica dei ragazzi tra 5 e 18 anni.
SPESE PER IL RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO E PER MISURE ANTISISMICHE
  • Fatture, ricevute dei bonifici bancari e postali dedicati, quietanze di pagamento degli oneri di urbanizzazione, copia della concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori se prevista dalla legislazione vigente (Dia, Scia, relazione del tecnico, etc…);
  • Dichiarazione dell’amministratore condominiale per lavori sulle parti comuni;
  • Certificazione dei costi di realizzazione del box pertinenziale rilasciata dal costruttore;
  • Atto di acquisto immobile ristrutturato;
  • Spese sostenute per interventi di sistemazione del verde;
  • Spese per l’installazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici.
SPESE PER L’ARREDO ACQUISTATO NEL 2021 DEGLI IMMOBILI RISTRUTTURATI
  • Fatture/ricevute con relativo pagamento (bonifici bancari, transazione per pagamenti mediante carte di credito o debito, documentazione di addebito sul c/c) per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione e scheda ENEA solo per grandi elettrodomestici.
SPESE PER IL BONUS FACCIATE 90% (RECUPERO O RESTAURO DELLE FACCIATE DEGLI EDIFICI ESISTENTI)
  • Fatture, ricevute e bonifici bancari dedicati delle spese sostenute;
  • Certificato di destinazione urbanistico zona A o B o dichiarazione sostitutiva di atto notorio, asseverazione congruità spese.
SPESE PER IL RISPARMIO ENERGETICO
  • Bonifici bancari o postali dedicati;
  • Fatture o ricevute fiscali relative ai lavori eseguiti;
  • Asseverazione del tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti;
  • Attestato di certificazione/qualificazione energetica (ALLEGATO A);
  • Scheda informativa (ALLEGATO E o F);
  • Ricevuta della documentazione inviata all’ENEA;
  • Abilitazioni comunali previste dalla vigente legislazione per gli interventi, attestanti data inizio e fine lavori oltre alla data di agibilità;
  • Eventuali ripartizioni o specifiche del direttorel.benedetti@marche.cgil.itl.benedetti@marche.cgil.it dei lavori ai fini della detraibilità in caso di interventi misti, su zone ampliate o su più unità immobiliari;
  • Per le spese su interventi condominiali Dichiarazione dell’amministratore condominiale che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti dalla legge e con indicazione della somma di cui il contribuente può tenere conto ai fini della detrazione.
SUPER BONUS 110%
  • Nel caso siano state sostenute spese per interventi cosiddetti Trainanti o Trainati a partire dal 1/07/2020 e si intende richiedere la detrazione in dichiarazione oppure si voglia richiedere al CAAF CGIL Marche assistenza per l’apposizione del visto di conformità e quindi la Cessione del Credito o lo Sconto in Fattura è necessario richiedere una consulenza specifica.
  • Nel caso che per le stesse spese o anche per le spese di ristrutturazione edilizia o per le spese di risparmio energetico sia stato richiesto al fornitore lo Sconto in Fattura oppure sia stato richiesto ad un Istituto di credito o ad un intermediario finanziario la Cessione del Credito è necessario comunque presentare in sede di elaborazione del modello 730/2022 la relativa documentazione.
ALTRI DOCUMENTI
  • Acconto Irpef, cedolare secca, IVIE e IVAFE pagati nel 2021;
  • Modelli F24 con i quali sono stati compensati crediti derivanti dall’ultima dichiarazione;
  • Copia comunicazione dell’Agenzia delle Entrate attestante importi a credito riconosciuti.
NOTA BENE:

Il presente elenco di documenti è indicativo. Ai fini dell’elaborazione della pratica, a seconda della casistica o della documentazione presentata, potrà essere richiesta ulteriore documentazione