PROROGA PRESENTAZIONE DOMANDE – Selezione servizio civile regionale

Aggiornamento

Prorogati i termini di partecipazione alla selezione per operatori volontari a giovedì 22 settembre.

È stato reso disponibile il manuale dettagliato per la compilazione dalla domanda sulla piattaforma SIFORM2


È possibile presentare domanda per la partecipazione al bando di selezione per i progetti di servizio civile regionale – Garanzia Giovani 2022.

Il bando è rivolto ai giovani NEET (Not in Employed, Education and Training), in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 4 dello stesso, che hanno aderito alla nuova Garanzia Giovani (Iniziativa per l’Occupazione Giovanile – IOG) ed effettuato la “Presa in carico” presso un Centro per l’impiego della Regione Marche (www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Centri-Impiego/Contatti-Sedi-Orari).

Nel sito,

https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Servizio-Civile/News-ed-eventi/Post/86142

sono riportate tutte le informazioni in merito alle attività del progetto, il percorso formativo previsto, le informazioni sulla selezione e i requisiti richiesti.

La domanda, ESCLUSIVAMENTE per via telematica,  completa di curriculum vitae autocertificato, dovrà essere presentata, entro il 22 settembre 2022, utilizzando il sistema informatico SIFORM2:

https://siform2.regione.marche.it

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un’unica sede inserita nel progetto.

IL CANDIDATO DEVE PRESENTARSI AL COLLOQUIO PER LE SELEZIONI SECONDO LE DATE PREVISTE NEL SEGUENTE CALENDARIO:

27 SETTEMBRE – ORE 15:00  PESARO – c/o Sala Di Vittorio – Via Icaro 17
28 SETTEMBRE – ORE 10:00  FANO – c/o CDLT CGIL Fano – Via Roma 93
29 SETTEMBRE – ORE 10:00  URBANIA – c/o CDLT CGIL Urbania – Via Luzio Dolce 2
30 SETTEMBRE – ORE 10:00  MONTECCHIO – c/o CDLT CGIL Montecchio – Via Enrico Fermi 4

La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenti al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo, è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.

PER INFORMAZIONI SUL PROGETTO: (preferibilmente via email)

Email:
pesaro.organizzazione@marche.cgil.it

Telefono:
348 2819909

Facebooktwitter

Venerdì 8 aprile doppio appuntamento con Mari Albanese coautrice di “Io, Felicia – conversazioni con la madre di Peppino Impastato

PESARO, 6 aprile 2022 – Lo Spi Cgil Pesaro e Urbino, venerdì 8 aprile, ripropone la lettura del libro-testimonianza “Io Felicia” (ed. Navarro), dedicato alla figura di Felicia Impastato, la madre di Peppino Impastato, assassinato a Cinisi dalla mafia che aveva sempre denunciato e combattuto.

Una morte atroce che ancora oggi scuote le coscienze sulla crudeltà della vendetta di “cosa nostra” contro chi si oppone, denuncia, si ribella.

Sulla la figura di Peppino Impastato,  Mari Albanese e Angelo Sicilia hanno raccolto la testimonianza di Felicia, la madre, una donna ribelle e coraggiosa che ha combattuto  la mafia attraverso gli occhi del figlio prima e aprendo la sua casa a tutti i giovani amici di Peppino poi e ora,  attraverso la nipote, a tutti gli studenti attenti e desiderosi di comprendere la cultura della legalità.

E Felicita ne è un esempio. Il coraggio delle donne e la loro personale lotta a “cosa nostra” è la chiave di lettura che Spi e Cgil intendono offrire agli studenti e a tutti quelli interessati ad una maggiore comprensione del fenomeno mafioso.

 .

Venerdìalle 9.30, alla Fattoria della Legalità di Isola Del Piano (Pu), Mari Albanese incontrerà alcune classi del Liceo Mamiani di Pesaro per parlare di legalità e capire che cos’è la mafia a trent’anni di distanza dalle stragi di Capaci e via D’Amelio dove furono massacrati il giudice Giovanni Falcone, la moglie, la scorta e Paolo Borsellino anche lui ucciso assieme alla scorta

L’appuntamento rientra nelle iniziative della Primavera della Legalità 2022.

 Alle 10, dopo i saluti di Lilli Gargamelli (segretaria della Lega Spi di Pesaro) e del sindaco Peppe Paolini, interverranno la segretaria generale dello Spi provinciale Loredana Longhin e il responsabile dei “Campi per la Legalità” del sindacato pensionati Cgil provinciale Luigi Torelli.

Alle 11 inizierà la conversazione con Mari Albanese.

A seguire, nel pomeriggio, presso i locali di PariCentro a Fano, si terrà l’iniziativa aperta al pubblico, organizzata sempre dallo Spi e dalla Cgil Pesaro e Urbino, con il patrocinio dell’assessorato comunale  alle Pari Opportunità.

Con Mari Albanese si parlerà dell’importante  ruolo delle donne nella lotta alla mafia,  non sempre riconosciuto, molto spesso sottaciuto, ma tuttavia strategico.  Alla discussione parteciperà anche Vilma Bontempo della segretaria Spi Cgil Marche.

Sarà possibile seguire l’evento in diretta Facebook sulla pagina Cgil Pesaro Urbino.

Facebooktwitter

Al via la campagna di assemblee su salute e sicurezza nel lavoro

Dal 21 febbraio e per una settimana i sindacati tratteranno il tema della sicurezza

PESARO, 17 febbraio 2022 – Anche nella nostra provincia dal 21 febbraio e per una settimana CGIL, CISL e UIL e le rispettive organizzazioni di categoria organizzeranno assemblee sindacali in modo capillare e diffuso, per discutere di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

“Purtroppo, malgrado le tante iniziative di sensibilizzazione – si legge in una nota unitaria –  che ciclicamente come sindacato abbiamo organizzato e continueremo ad organizzare, il tema della salute e sicurezza nel lavoro, nel nostro Paese non viene affrontato come meriterebbe dalle Istituzioni e dal sistema delle imprese. Gli infortuni, mortali e non, si susseguono quotidianamente e sui giornali se ne parla ma sembra non essere sufficiente affinché si investa di più in termini di controlli, dispositivi di sicurezza, processi produttivi e formazione dei lavoratori. Aggiungiamo anche la lotta alla precarietà e alle forme di sfruttamento che riguardano sovente i giovani, le donne e i cittadini extracomunitari.

La tutela del lavoro, della salute e sicurezza è cruciale, ma ad oggi non è adeguatamente garantita.

I recenti infortuni mortali che purtroppo hanno visto coinvolti due ragazzi che, in forme diverse quali: stage e tirocinio in alternanza scuola lavoro, hanno riportato all’attenzione di tutti il tema di quali condizioni di lavoro trovano i giovani lavoratori o i giovani in formazione nel loro primo contatto con il mondo del lavoro. In altri casi la reiterazione di forme di stage (che troppo spesso appaiono come uniche opportunità per inserirsi nel lavoro), vengono svolti in condizioni non idonee in termini di sicurezza sul e nel lavoro. Per questa ragione le assemblee che abbiamo deciso di indire nelle aziende, saranno l’occasione per concentrare l’attenzione dei lavoratori in relazione e in rapporto dialettico con stagisti e tirocinanti, affinché si possa diffondere sempre di più una cultura della sicurezza che a partire dai lavoratori, possa diventare patrimonio comune di tutta la cittadinanza.

 Segreterie CGIL CISL e UIL provinciali

Facebooktwitter

Calo occupazione: donne e giovani sotto i 30 anni più penalizzati

Dati Inps elaborati da Ires Cgil Marche. Silvia Cascioli segretaria confederale Cgil Pesaro: serve ripensare le politiche del lavoro, fiscali, di sostegno al reddito e contrattuali

Pesaro, 5 gennaio 2022 – L’Ires Cgil Marche ha elaborato i dati Inps su come si è caratterizzato il lavoro dipendente nel 2020 , anno della drammatica crisi sanitaria economica e sociale causata dalla crisi pandemica da Covid19, che ha prodotto gravi ripercussioni sulla situazione occupazionale e salariale.

Nel 2020 nella provincia di Pesaro e Urbino risulta occupato un totale di 105 mila lavoratori dipendenti privati, con una riduzione di circa il 2% rispetto all’anno precedente : tale decremento è causato dagli effetti della pandemia anche se questi sono stati sicuramente mitigati dal massiccio intervento di ore di Cassa integrazione.

Andando ad analizzare I dati più specifici della tipologia contrattuale si evince che, nonostante siano cresciuti complessivamente i lavoratori a tempo indeterminato, un lavoratore su tre ha un rapporto di lavoro part-time ed è aumentato il numero dei lavoratori stagionali; si evince anche un numeto importante di lavoratori dipendenti con contratti di somministrazione e contratti intermittenti, anche se in diminuzione rispetto al 2019, sicuramente dovuto a una contrazione degli addetti in particolare nel settore del turismo e del terziario in generale dove vi è un uso frequente di questi contratti precari.

Quello che però viene purtroppo confermato dalla analisi dei dati è che sono le donne che hanno pagato maggiormente il calo dell’occupazione (nel 2020 risulta il 2,4 % di lavoratrici in meno e l’1,7 % di lavoratori in meno)e gli occupati under 30 ( il crollo maggiore rispetto alle altre fasce di età) che sono lavorarori dipendenti prevalentemente precari e con orario parziale .

Anche per quanto che riguarda le retribuzioni medie lorde annue percepite nella provincia di Pesaro e Urbino registriamo un decremento rispetto all’anno 2019 del 7% : dentro questo dato negativo delle retribuzioni generali si registra purtroppo una forte differenza retributiva di genere: le lavoratrici percepiscono in media il 35 % in meno dei loro colleghi maschi, differenza dovuta ovviamente anche dal maggior utilizzo per le lavoratrici del part-time o dei contratti a termine. Ma anche nei rapporti di lavoro a tempo pieno e indeterminato le lavoratrici percepiscono il 16,4 % in meno dei colleghi maschi.

Oltre alla differenza di genere si registra anche dal lato retribuzioni una perdita di reddito importante nela fascia dei giovani lavoratori con meno di 30 anni , I quali sono esposti a lavori precari discontinui o part time involontari .

“Ancora una volta quindi – sottolinea Silvia Cascioli, segretaria confederale CGIL Pesaro Urbino -, a rischio di povertà sono soprattutto le donne e i giovani.

I dati complessivi rivelano che c’è una questione salariale complessiva da affrontare con urgenza, perchè la scarsità retributiva incide inevitabilmente sul futuro pensionistico delle persone, che rischia di essere sempre più incerto e povero ; bassi livelli retributivi implicano anche un ripensamento delle politiche del lavoro, delle politiche fiscali, di sostegno al reddito e delle politiche contrattuali”.

Facebooktwitter

Bando di selezione per i progetti di servizio civile regionale – Garanzia Giovani 2021

A partire dal 1 settembre 2021 è possibile presentare domanda per la partecipazione al bando di selezione per i progetti di servizio civile regionale – Garanzia Giovani 2021.

Il bando è rivolto ai giovani NEET (Not in Employed, Education and Training), in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 4 dello stesso, che hanno aderito alla nuova Garanzia Giovani (Iniziativa per l’Occupazione Giovanile – IOG) ed effettuato la “Presa in carico” presso un Centro per l’impiego della Regione Marche (www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Centri-Impiego/Contatti-Sedi-Orari).

Nel sito,

https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Servizio-Civile/News-ed-eventi/Post/80065

sono riportate tutte le informazioni in merito alle attività del progetto, il percorso formativo previsto, le informazioni sulla selezione e i requisiti richiesti.

PROROGA SCADENZA DOMANDE – ENTRO IL 25 OTTOBRE

La domanda, ESCLUSIVAMENTE per via telematica,  completa di curriculum vitae autocertificato, dovrà essere presentata, entro il 25 ottobre 2021, utilizzando il sistema informatico SIFORM2 accessibile dal 7 agosto all’indirizzo:

https://siform2.regione.marche.it

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un’unica sede inserita nel progetto.

IL CANDIDATO DEVE PRESENTARSI AL COLLOQUIO PER LE SELEZIONI SECONDO LE DATE PREVISTE NEL SEGUENTE CALENDARIO:

28 OTTOBRE – ORE 10:00  PESARO – c/o Sala Di Vittorio – Via Icaro 17
3 NOVEMBRE – ORE 10:00  FANO – c/o CDLT CGIL Fano – Via Roma 93
5 NOVEMBRE – ORE 10:00  URBANIA – c/o CDLT CGIL Urbania – Via Luzio Dolce 2

La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo, è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.

PER INFORMAZIONI SUL PROGETTO: (preferibilmente via email)

Email:
pesaro.organizzazione@marche.cgil.it

Telefono:
348 2819909

Facebooktwitter

Graduatoria servizio civile regionale – Garanzia Giovani 2020

In ottemperanza a quanto previsto nel Bando Regionale Garanzia Giovani – Misura 6 – Servizio Civile Regionale, si pubblica la seguente graduatoria di selezione relativa al Progetto “Assistenza e Tutela Individuale”.

Ente proponente:  CGIL Marche – sede di Pesaro

Posti disponibili: 2

Graduatoria provvisoria – Selezione servizio civile 2020 CGIL Pesaro e Urbino

COGNOME E NOME DATA DI NASCITA CODICE FISCALE PUNTI CV /40 PUNTI PROFILO
/10
PUNTI COLLOQUIO /60 TOTALE
/110
TOMASETTI MARTINA 27/01/95 TMSMTN95A67L500W 12 7 60 79
CECCHINI GIULIA 29/02/96 CCCGLI96B69G479X 8 7 40 55
CARDONI LORENZO 29/03/99 CRDLNZ99C29D488A 6,64 7 40 53,64
MORINI SUSY 11/02/94 MRNSSY94B51C357O 7,64 1 40 48,64
DRAGUTINOVIC SANJA* 06/11/95 DRGSNJ95S46G479E 36


* Ammessa con punteggio minimo per assenza patto di servizio

Candidati eslcusi

COGNOME E NOME DATA DI NASCITA CODICE FISCALE MOTIVAZIONE
PUGNALI MARIKA 16/02/94 PGNMRK94B56944I NON PRESENTE AL COLLOQUIO
GAUDIOSI ALESSANDRO P. 29/09/01 GDSLSN01H29F839A ESCLUSO PER ASSENZA PATTO DI SERVIZIO PROT. R. M. 1270124 del 6/11/20

Clicca qui per scaricare la graduatoria in formato PDF

Facebooktwitter

Bando di selezione per i progetti di servizio civile regionale – Garanzia Giovani 2020

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDA - PROROGATA AL 5 OTTOBRE

A partire dal 7 Agosto 2020 è possibile presentare domanda per la partecipazione al bando di selezione per i progetti di servizio civile regionale – Garanzia Giovani 2020.

Il bando è rivolto ai giovani NEET (Not in Employed, Education and Training), in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 4 del bando, che hanno aderito alla nuova Garanzia Giovani (Iniziativa per l’Occupazione Giovanile - IOG) ed effettuato la “Presa in carico” presso un Centro per l’impiego della Regione Marche (www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Centri-Impiego/Contatti-Sedi-Orari).

Nel sito, sono riportate tutte le informazioni in merito alle attività del progetto, il percorso formativo previsto, le informazioni sulla selezione e i requisiti richiesti.

La domanda, ESCLUSIVAMENTE per via telematica,  completa di curriculum vitae autocertificato, dovrà essere presentata, entro le ore 13.00 del 5 ottobre 2020, utilizzando il sistema informatico SIFORM2 accessibile dal 7 agosto all’indirizzo:

https://siform2.regione.marche.it

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un'unica sede inserita nel progetto.

IL CANDIDATO DEVE PRESENTARSI AL COLLOQUIO PER LE SELEZIONI SECONDO LE DATE PREVISTE NEL SEGUENTE CALENDARIO:

13 OTTOBRE - ORE 15:00 c/o CDLT CGIL ANCONA - VIA I MAGGIO, 142/A - AN
14 OTTOBRE - ORE 10:30 c/o CDLT CGIL ASCOLI PICENO - V.LE COSTANTINO ROZZI, 13 - AP
14 OTTOBRE - ORE 15:00 c/o CDLT CGIL FERMO - VIA DELL'ANNUNZIATA, 1 - FM
13 OTTOBRE - ORE 9:30 c/o CDLT CGIL MACERATA - VIA G. DI VITTORIO, 2 - MC
15 OTTOBRE - ORE 10:00 c/o CDLT CGIL PESARO URBINO - VIA GAGARIN, 179 - PU

La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo, è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.

PER INFORMAZIONI SUL PROGETTO: (preferibilmente via email)

ANCONA ancona.organizzazione@marche.cgil.it tel. 349 4346632
ASCOLI PICENO ascolipiceno.segreteria@marche.cgil.it tel. 348 7109626
FERMO fermo.organizzazione@marche.cgil.it tel. 348 0966373
MACERATA macerata.organizzazione@marche.cgil.it tel. 349 8899410
PESARO pesaro.organizzazione@marche.cgil.it tel. 348 2819909

ALLEGATI:

Facebooktwitter

Conclusa VII edizione di “Coltivare i frutti della Legalità

Si è conclusa domenica 4 agosto la settima edizione del campo antimafia “Coltivare i Frutti della Legalità”, dopo una settimana di attività presso un bene confiscato nel Comune di Isola del Piano (PU), denominato Fattoria della Legalità. L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto nazionale “Estate in Campo”, promosso da varie associazioni fra le quali Arci, SPI Cgil e CGIL, Rete degli Studenti Medi e Unione degli Universitari, con l’intento di valorizzare positivamente i beni confiscati alla criminalità organizzata, restituendoli alla comunità come luoghi di difesa della democrazia, della legalità, della giustizia sociale, del diritto al lavoro. (altro…)

Facebooktwitter